Associazioni ed enti di Veronetta: la rete di Atlas

Per analizzare e studiare Veronetta è fondamentale non dimenticare le molte realtà che vivono e operano nel quartiere. Sono 22 le associazioni e gli enti del consorzio di Atlas#Veronetta. E altri potrebbero aggiungersi presto.
Alteritas e VivInEuropa hanno il compito di coordinare questa rete e di creare un ponte tra i ricercatori e le associazioni (e quindi i cittadini).

Chiara Stella, oltre a essere presidente di VinInEuropa, è insegnante dell’Istituto comprensivo 18 Veronetta-Porto. Abbiamo chiesto a Chiara di raccontarci come è nata l’idea di Atlas#Veronetta e di spiegarci in che modo è riuscita a coinvolgere i suoi alunni nel progetto.

Nel coordinamento delle associazioni di Atlas#Veronetta Chiara Stella lavora a stretto contatto con Simona Marchesini di Alteritas. Simona ci ha parlato della rete associativa e delle attività di Alteritas.

Un mondo ricco e variegato quelle delle associazioni e degli enti del consorzio Atlas#Veronetta. Lo racconteremo di settimana in settimana, parallelamente al work in progress della ricerca scientifica.

Veronetta come bene comune

Regolamenti per la cura condivisa di beni comuni, coinvolgimento dei cittadini nella gestione delle risorse per prestazioni mediche, del servizio idrico, analisi del bilancio sociale, valorizzazione del turismo, integrazione tra i servizi sociali e amministrazione della giustizia. Si è discusso di questi temi durante il convegno “La città come bene comune”, che si è svolto al Silos di Ponente dell’università di Verona lo scorso 16 febbraio.

Durante la giornata si studi si è parlato anche di Atlas#Veronetta.
In che modo il progetto di ricerca rientrava tra i temi di discussione di questo convegno? L’abbiamo chiesto a Donata Gottardi, direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche e membro del comitato promotore di Atlas#Veronetta.

 

Bilancio positivo per il primo workshop di Atlas#Veronetta

Si sono conclusi sabato 18 febbraio dieci giorni di lavoro intenso per Atlas#Veronetta. Il progetto di ricerca ha vissuto, infatti, la prima delle sue fasi intensive con il workshop “I tempi di Veronetta”, condotto e realizzato dal team del Laboratoire Architecture Anthropologie di Paris La Villette con la collaborazione di alcune delle associazioni del consorzio. Molto positivo anche il coinvolgimento dei cittadini, che hanno partecipato attivamente alle analisi scientifiche e agli eventi pubblici organizzati durante la settimana.

Il team del Laboratoire Architecture Anthropologie di Paris La Villette era composto da 12 ricercatori: Roberta Bartoletti, Francesco Bogoni, Sara Carlini, Alessia de Biase, Janet Hetman, Alice Inguenaud, Tristan Leconte, Carolina Marelli, Flavia Pertuso, Romain Piveteau, Piero Zanini, Ornella Zaza. Molti i materiale prodotti durante il workshop: tra questi anche una “chronocarta” del quartiere.

Abbiamo chiesto ad Alessia de Biase e Carolina Marelli di raccontarci come è andato il Workshop.

I ricercatori del team francese saranno nuovamente a Verona a giugno per il secondo workshop ma nel frattempo proseguono le attività di ricerca sul campo degli studiosi dei dipartimenti di Culture e Civiltà, Scienze giuridiche e Scienze umane dell’università di Verona.

 

Una passeggiata nel quartiere con i ricercatori

Una ricerca sul campo per indagare non solo gli spazi del quartiere ma anche i suoi tempi. È la sfida del workshop “I tempi di Veronetta”, periodo di lavoro intensivo sul campo del progetto Atlas#Veronetta, in programma fino al 18 febbraio nella casa del custode del giardino di Palazzo Bocca Trezza. Gli abitanti del quartiere, che condividono gli stessi spazi, hanno anche dei tempi in comune? È la a domanda che muove la ricerca, condotta condotto dagli studiosi del Laa-Lavue (Laboratoire Architecture Anthropologie) Ensa di Paris La Villette.

Nella mattinata di sabato 11 febbraio diverse squadre composte da ricercatori, rappresentanti delle associazioni del consorzio “Atlas” e cittadini del quartiere, sono partite dalla base di giardino Bocca Trezza per il “Rilievo dei tempi dei piani terra di Veronetta”. Una passeggiata nel quartiere per capire il suo funzionamento dal punto di vista temporale. I team di ricerca, ognuno con un’area di Veronetta di riferimento, hanno scoperto orari di apertura e chiusura, ferie estive o altri periodi di vacanza di attività commerciali, associazioni, bar, ristoranti, per analizzare i diversi tempi del quartiere.

Molto positiva la presenza dei cittadini del quartiere, che ora sono invitati a partecipare alla presentazione finale delle attività del workshop in programma sabato 18 febbraio alle 16 nella casa del custode del giardino di Palazzo Bocca Trezza.

La città come bene comune: anche Atlas protagonista

Si parlerà anche del progetto Atlas#Veronetta durante il convegno “La città come bene comune. Giuristi ed economisti a confronto per la progettazione di una città condivisa”, in programma il 16 febbraio, a partire dalle 11 e per l’intera giornata, nell’aula D del Silos di Ponente del Polo Santa Marta dell’università di Verona.

Garantire la qualità della vita dei cittadini che abitano le città bene comune. È questo l’obiettivo dell’iniziativa, proposta dalla Scuola di dottorato in Scienze Giuridiche ed economiche dell’università di Verona con il Patrocinio del Comune di Verona – Presidenza del Consiglio comunale. Protagonisti della giornata saranno economisti, giuristi, ricercatori e studenti che parleranno del tema “città bene comune” a partire dal caso del Comune di Verona. Tra i temi affrontati anche quello del coinvolgimento attivo dei cittadini per una migliore gestione delle risorse nell’erogazione delle prestazioni mediche.

Atlas#Veronetta, che proprio in quei giorni vivrà una fase di lavoro intensivo sul campo con il workshop “I tempi di Veronetta” rientra tra i progetti che saranno presentati durante la giornata.

I tempi di Veronetta

Il progetto di ricerca Atlas#Veronetta si appresta a inaugurare una fase di lavoro intensivo sul campo con il workshop “I tempi di Veronetta”. L’iniziativa si terrà dal 10 al 18 febbraio, nella casa del custode del giardino di Palazzo Bocca Trezza.

Durante il workshop, condotto dai ricercatori del Laa-Lavue (Laboratoire Architecture Anthropologie) Ensa di Paris La Villette, sono previsti momenti di incontro tra i ricercatori, rilevazioni scientifiche e appuntamenti aperti alla cittadinanza. In particolare, sabato 11 febbraio a partire dalle 9.30, ci sarà un rilievo dei tempi dei piani terra di Veronetta: una passeggiata nel quartiere per comprenderne l’evoluzione dal punto di vista temporale. Martedì 14, alle 20.30, la casa del custode del giardino di Palazzo Bocca Trezza aprirà le porte ai cittadini per un evento pubblico in cui sarà illustrato lo stato dei lavori. Sabato 18 febbraio, alle 16, è in programma la presentazione finale delle attività del workshop.

Scarica la cartolina con il programma del Workshop!

Atlas#Veronetta: protagonisti e storie di un quartiere in trasformazione

Ha preso il via nell’ottobre 2016 Atlas#Veronetta, il progetto di ricerca realizzato da università di Verona, istituto di ricerca Laa-Lauve (Laboratoire Architecture Anthropologie) Ensa di Paris La Villette e una rete di 25 enti del terzo settore, grazie al contributo della Fondazione Cariverona. La ricerca ha l’obiettivo di analizzare da diversi punti di vista Veronetta, quartiere simbolo della trasformazione di Verona.
Atlas#Veronetta vuole valorizzare il territorio e i suoi abitanti e in questa direzione va anche la comunicazione del progetto stesso. Che cos’è Veronetta? È tante cose: è università, è turismo, è artigianato, ma è anche quartiere “storico” degli immigrati. Sarà dunque fondamentale raccontare “le diverse Veronette” attraverso i protagonisti e le storie di questo quartiere. Piccoli imprenditori, studenti, cittadini e ricercatori universitari saranno tutti attori della stessa storia, che sarà raccontata settimanalmente su questo sito per restituire ai cittadini una nuova immagine di Veronetta, che valorizzi il quartiere e i suoi abitanti.